L'IMMAGINE PERFETTA PER I MEETING

Questa è il tipo di immagine a cui tutti dovremmo aspirare quando compariamo in una video call. Il perfetto biglietto da visita per comunicare padronanza del mezzo e incentivare una comunicazione facile ed efficace. Raggiungere questo risultato è più facile di quanto si pensi:

- Assicurarsi che la principale fonte di luce sia difronte a voi, eventualmente rafforzandola con un ring-light o con una lampada casalinga.

- La webcam deve essere all'altezza degli occhi, potete usare dei libri per sollevare il laptop. Se possibile posizionarsi in modo da avere un po' di profondità di campo.

- I background virtuali sono da evitare perché appesantiscono la trasmissione.

- Con un buon microfono esterno, diverso da quello integrato nel computer che di solito è poco performante, le vostre parole arriveranno nitide e senza interferenze.


Gli errori da evitare nel collegamento:

Se si usa il telefonino va tenuto in orizzontale per non avere fastidiose bordature nere laterali.

In questa inquadratura c'è troppa "aria in testa", ossia molto spazio tra la testa e il bordo dell'inquadratura. Inoltre l'obbiettivo della webcam è posizionato dal basso verso l'alto, quindi l'effetto ottico tende ad ingrandire il viso creando un doppio mento.

In questa inquadratura ci sono almeno tre fonti di luce alle spalle del relatore, infatti la persona risulta in ombra e quindi poco visibile durante il collegamento. Usate una lampada da tavolo o un ring-light per illumiare il viso

Ricordate comunque che nessuna lampada può contrastare la luce del sole per cui sfruttatela a vostro favore posizionandovi un modo frontale.

Anche usando un background virtuale, il viso deve essere ben illuminato frontalmente. Lo sfondo virtuale appesantisce l'immagine aumentando la possibilità di freezing (blocchi immagine) e può anche compromettere la qualità dell'audio.

Inoltre, capita spesso, che in caso di movimento lo sfondo virtuale provochi un effetto "ghost" facendo sparire in parte l'immagine del relatore.

Sconsigliati gli sfondi disordinati e con troppi colori.

Attenzione a non stare troppo vicino alla webcam, il rischio è che il computer inizi a mettere a fuoco solo quello che avete alle vostre spalle.

Un altro rischio è quello di avere il viso in ombra.

La webcam deve riprendere tutto il viso, compresi il collo e le spalle. Se durante il meeting cambiate posizione è bene aggiustare l'angolo dell'inquadratura del computer. Attenzione a non riprendere mai la lampada del soffitto. Se usate come sfondo una libreria, soprattutto se abbastanza vicine da far leggere i titoli dei volumi, possono diventare una fonte di distrazione durante le riunioni più lunghe.

Non lasciate mai webcam accesa e incustodita. Se dovete allontanarvi dalla postazione assicuratevi sempre di aver spento la webcam e anche il microfono.

Se siete nelle vicinanze del vostro computer e state ascoltando la riunione con la webcam attiva, la sensazione per chi parla e vede un posto vuoto è sempre un po' spiacevole e straniante.